depuratori d’acqua ad osmosi inversa - Home Water ®

Osmosi Inversa

Ultimamente si sente spesso parlare sempre dei depuratori d’acqua ad osmosi inversa, dispositivi capaci di filtrare l’acqua che sgorga dai rubinetti eliminando tutte le sostanze nocive ed inquinanti.

Il principale vantaggio di questi depuratori è proprio quello di garantire acqua pulita e frizzante senza necessariamente recarsi al supermercato, con notevoli benefici per la salute ed anche per il portafoglio.

Cerchiamo di capirne di più analizzandone ogni singola caratteristica.

Cos’è l’osmosi inversa?

L’osmosi  è un processo chimico spontaneo per cui un liquido con soluzione a maggiore concentrazione passa, attraverso una membrana, ad una soluzione meno concentrata, in modo da equilibrare i due stati. L’osmosi inversa è quindi il contrario, e cioè un processo che forza il passaggio inverso.

In pratica l’acqua viene “spinta” attraverso una membrana, capace di trattenere le molecole inquinanti e di lasciare invece defluire quelle pure. Si tratta di una tecnica estremamente sofisticata di filtrazione dell’acqua utilizzata per gli impianti domestici, ma anche per gli uffici, i bar ed i locali di ristorazione.

L’osmosi inversa viene usata prevalentemente per il trattamento dell’acqua, ma anche per la desalinizzazione e per la rimozione di fosfati, calcio, metalli pesanti, materiali radioattivi, fitofarmaci ed in generale molecole inquinanti.

La sicurezza dei depuratori d’acqua è ormai stata testata da tempo, perciò tali dispositivi stanno trovando larga diffusione nelle case degli italiani.

Cosa elimina l’osmosi inversa?

L’osmosi inversa è in grado di eliminare tutte le impurità presenti nell’acqua, che naturalmente si riversano poi nel nostro corpo. Gli acquedotti, pur essendo molto controllati, contengono alcune sostanze pericolose, in modo particolare i cosiddetti perfluorati. Si tratta di sostanze chimiche, generalmente scarti di natura industriale che si infiltrano nelle falde acquifere e sono quindi presenti nell’acqua che sgorga dal rubinetto.

L’osmosi inversa elimina tutte le sostanze nocive in sospensione, depurando l’acqua al 99% da: metalli pesanti, cloro, pesticidi, arsenico, sedimenti, nitrati, ecc.

Inoltre l’osmosi inversa elimina i sali minerali, come il calcio ed il magnesio, che causano il calcare. Si ottiene così un’acqua oligominerale pura e desalinizzata, capace di depurare il corpo, stimolare la diuresi, espellere le sostanze tossiche e le scorie presenti nell’organismo.

Come funziona un depuratore a osmosi inversa?

La depurazione dell’acqua viene garantita attraverso 5 passaggi.

Nello specifico i 5 stadi del depuratore ad osmosi inversa sono i seguenti:

  • Primo stadio: il depuratore mediante appositi filtri è in grado di scartare corpuscoli molto piccoli come sabbia e ruggine;
  • Secondo stadio: in questa fase il depuratore elimina tutte le impurità organiche, il cloro ed i pesticidi mediante un filtro al carbone attivo;
  • Terzo stadio: questa fase è molto simile alla seconda, in cui c’è un ulteriore filtraggio delle sostanze inquinanti;
  • Quarto stadio: il dispositivo filtra virus, germi, corpuscoli ed altri elementi potenzialmente pericolosi tramite una membrana da 50 GPD  ad osmosi inversa a 0,0001 Micron;
  • Quinto stadio: in questa fase il depuratore migliora il sapore dell’acqua con un filtro in linea al carbone attivo.

I depuratori sottolavello

I depuratori d’acqua ad osmosi inversa Home Water sono della tipologia sottolavello. Questi depuratori prevedono l’installazione nel vano sotto il lavello, sostituendo il rubinetto esistente con quello in dotazione. Questa soluzione è perfetta per ogni cucina, è poco ingombrante e non altera l’aspetto e la funzionalità del lavello. Le soulzioni sopralavello, e quindi con il dispositivo a vista sono preferibili per ambienti di lavoro (bar, ristotranti, impianti psortivi, ecc).

L’acqua depurata a osmosi inversa fa bene o fa male?

Si discute molto sull’effettiva funzionalità dei depuratori ad osmosi inversa, e da tempo c’è una battaglia aperta tra detrattori e sostenitori di questi dispositivi. Dov’è la verità? L’acqua depurata a osmosi inversa fa bene o fa male? Fa assolutamente bene ed ora scopriamo il perché.

I depuratori ad osmosi inversa producono acqua oligominerale a basso contenuto di sali minerali, esattamente come l’acqua leggera in bottiglia che acquistiamo al supermercato. L’acqua ottenuta inoltre non è demineralizzata, ma elimina esclusivamente quegli elementi che possono risultare dannosi per la salute. Il livello di sali minerali si può anche regolare tramite un’apposito regolatore in dotazione nel depuratore.

Si ottiene così un’acqua leggera e con un gusto piacevole, capace di disintossicare il corpo e gli organi da tutte le sostanze inquinanti e dannose. Da considerare anche la grande comodità di avere un impianto di purificazione dell’acqua a casa, che evita di recarsi ogni giorno al supermercato e di portare pesanti pacchi di acqua che non fanno bene alla schiena. Anche i cibi preparati con l’acqua ottenuta con il depuratore, come tè, caffè, pasta, ecc. avranno un sapore più gustoso e più sano.

Prezzi e prodotti presenti sul mercato

In Italia si trovano diverse tipologie di depuratori e i prezzi sono molto variabili. Sul web esistono anche depuratori che costano 200 euro o poco più, ma si tratta di articoli piuttosto scadenti realizzati in Cina che non hanno neanche la certificazione del Ministero della Salute. Questi dispositivi sono poco funzionali, e possono deteriorarsi dopo poco tempo rilasciando sostanze nocive nell’acqua.

La cosa più sicura è fidarsi del caro vecchio “made in Italy” che garantisce sicurezza ed affidabilità. Del resto quando si parla della propria salute non si può scendere a compromessi, e sicuramente vale la pena investire su un prodotto sicuro, certificato ed affidabile.

I depuratori d’acqua ad osmosi inversa Home Water sono prodotti in Italia (tranne i filtri che provengono dalle migliori aziende europee specializzate), e sono proposti a prezzi veramente convenienti.